Forse quest’articolo potrebbe stupirti.
Non  è la prima volta che una forma d’arte ne contamina un’altra.
Avvenne così che uno dei piatti più particolari, base specialmente oggi di continue creazioni prese il nome di………scopriamolo assieme leggendo quest’articolo.

Sai perchè il Carpaccio si chiama così?

Un celebre imprenditore veneziano, Giuseppe Cipriani, nella metà del 1900 aveva pensato ad un piatto fatto con fettine sottilissime di controfiletto di manzo.

Il grande Giuseppe Cipriani, all’ingresso di un simbolo della ristorazione mondiale. L’Harry’s Bar ebbe una clientela stellare: Orson Welles, Peggy Guggenheim, Humphrey Bogart, Lauren Bacall, Winston Churchill, Hemingway e tanti altri.

Ritornando all’origine del piatto:
Giuseppe Cipriani aveva condito le fettine sottilissime di manzo con la salsa universale (una sorta di maionese) e disposto alla Kandinskij (ovvero in maniera astratta ma tanto elegante). Siccome il colore della carne così tagliata ricordava un po’ le tinte scure delle opere di Vittore Carpaccio, artista veneziano, Cirpriani chiamò il nuovo piatto Carpaccio.

Cipriani è famoso per tante cose,
anche per aver creato il BELLINI.
Clicca qui per saperne di più

Ecco qui, alcune opere di VITTORE CARPACCIO che si confrontano con il piatto

Oggi le cose sono leggermente diverse e con con il termine carpaccio ci si riferisce sia a carne che pesce, purché si tratti di fettine crude e sottili.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.