Vademecum Risorse Tecnologiche – per tutte le scuole ed aziende

Ultimamente riflettevo su quanti passi avanti abbiamo fatto nelle scuole italiane per via dell’emergenza epidemiologica.

E tante scuole si sono attrezzate con nuovi dispositivi sempre più tecnologici ma, come avviene per tutto, anche in questo caso occorrono delle regole.

Cosa accadrebbe se ogni singolo insegnante usasse il notebook come vuole?
Non tutti siamo disciplinati per utilizzare dispositivi in condivisione con altre persone.

È importante che si adotti un regolamento interno sull’uso degli strumenti informatici.

E così ho pensato di creare questo VADEMECUM, ideale per:

  • animatori digitali;
  • supporto tencnologico;
  • tecnici di laboratorio;
  • responsabili;
  • dirigenti scolastici;
  • aziende pubbliche\private.

Si potrà utilizzare condividendo le informazioni sui social, su spazi virtuali personali, sul sito istituzionale come comunicazione e\o circolare.

Cosa dice la legge?

Il Garante per la protezione dei dati personali raccomanda l’adozione da parte dei datori di lavoro pubblici e privati di un regolamento interno, definito con il coinvolgimento delle rappresentanze sindacali e nel rispetto della Legge 20.05.1970, n. 300 (Statuto dei lavoratori), del Regolamento (UE) n. 2016/679 (GDPR) e del Decreto Legislativo 30.06.2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali).

Inoltre ecco alcune delle norme di riferimento:

  1. la Legge 20.5.1970, n. 300, recante “Norme sulla tutela della libertà e dignità dei lavoratori, della libertà sindacale e dell’attività sindacale nei luoghi di lavoro e norme sul collocamento”; in particolare l’art. 4, comma 1, della Legge 300/1970, secondo cui la regolamentazione dell’uso degli strumenti informatici non è finalizzata all’esercizio di un controllo a distanza dei lavoratori da parte del datore di lavoro ma solo a permettere a quest’ultimo di utilizzare sistemi informativi per fare fronte ad esigenze produttive od organizzative e di sicurezza nel trattamento dei dati personali;
  2. il Regolamento Europeo 679/16 “General Data Protection Regulation” (d’ora in avanti Reg. 679/16 o GDPR); in particolare viene garantito al singolo lavoratore il controllo sui propri dati personali secondo quanto previsto dagli articoli 15-16-17-18-20-21-77 del Reg. 2016/679;
  3. le “Linee guida del Garante per posta elettronica e internet” in Gazzetta Ufficiale n. 58 del 10 marzo 2007;
  4. l’articolo 23 del D.lgs. n. 151/2015 (c.d. Jobs Act) che modifica e rimodula la fattispecie integrante il divieto dei controlli a distanza, nella consapevolezza di dover tener conto, nell’attuale contesto produttivo, oltre agli impianti audiovisivi, anche degli altri strumenti «dai quali derivi anche la possibilità di controllo a distanza dell’attività dei lavoratori» e di quelli «utilizzati dal lavoratore per rendere la prestazione lavorativa».

 

VEDEMECUM (regolamento)
Risorse Tecnologiche 

 

USO DELLE DOTAZIONI TECNOLOGICHE

 I dispositivi di proprietà dell’Istituto vanno utilizzati osservando scrupolosamente il presente regolamento. L’inosservanza di queste disposizioni oltre al rischio di danneggiamenti del sistema per incompatibilità con il software esistente, può esporre l’azienda\istituto a gravi responsabilità civili ed anche penali in caso di violazione della normativa a tutela dei diritti d’autore sul software.

  1. Il personal computer deve essere spento ogni sera prima di lasciare gli uffici (o in caso di assenze prolungate dall’ufficio);
  2. non è consentito installare autonomamente programmi previa autorizzazione esplicita dell’amministratore di sistema, in quanto sussiste il grave pericolo di portare virus e di creare rischi seri per la sicurezza informatica;
  3. i notebook sono impostati per permettere l’accesso alla rete Wireless interna in automatico e non occorre inserire le proprie credenziali;
  4. non è consentito l’uso di programmi diversi da quelli distribuiti ed installati ufficialmente;
  5. si fa divieto di salvataggio di dati personali sulla memoria interna del dispositivo. I files privati verranno eliminati. Occorre far uso di dispositivi di memoria esterni;
  6. non è consentito all’utente modificare le caratteristiche impostate sul proprio PC, salvo previa autorizzazione esplicita dell’amministratore di sistema;
  7. si prega di lavorare con chiavetta usb personale o in cloud anche quando si crea un documento (word, pdf, powerpoint..), e di non lasciare documenti salvati sul dispositivo;
  8. NON SALVARE FILES SU DESKTOP
  9. non alterare le configurazioni del desktop, non impostare password, non installare o scaricare software senza prima aver consultato il gruppo DAD
  10. al termine dell’ora di lezione si prega di disconnettere il proprio account, di verificare che non siano state salvate password personali e di riconsegnare il dispositivo al Tecnico di Laboratorio.

 

Giuseppe Alfredo Ruggi

Insegnante di Enogastronomia, Blogger, sistemista freelance. Vivo e lavoro a C\mare di Stabia. Trovo in ciò che faccio sempre nuovi spunti, lavoro con la creatività e continuo a formarmi guardando il mondo attraverso gli occhi dei miei studenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.