Sarà strano ritornare a scuola e tra chi ci crede davvero e chi è ancora scettico, siamo in tanti a pensare che non sarà più la scuola a cui siamo abituati.

ANNO SCOLASTICO 2020 – 2021

Ho così scritto quest’articolo, una facile lettura che cerca di orientare te lettore, in questo complicato momento. Ogni ora circola una notizia e non sempre è attendibile.
Qui troverai notizie provenienti solo da fonti ufficiali.

 

Cosa cambia per quest’anno scolastico?

Sono tantissime le novità e quest’articolo viene costantemente aggiornato per te, caro lettore. Il ritorno alla didattica in presenza è previsto per metà settembre ma ancora oggi molte regioni ancora non hanno le idee chiare.

 

Quando inizia scuola?

Dipende dalla regione (il calendario non è ancora definitivo e subisce costantemente variazioni).

  • Primo giorno di scuola 2020 Lombardia: 14 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Toscana: 14 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Emilia Romagna: 14 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Bolzano: 7 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Friuli Venezia Giulia: 16 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Basilicata: 24 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Valle d’Aosta: 14 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Lazio: 14 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Puglia: 24 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Umbria: 14 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Trentino: 14 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Piemonte: 14 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Campania: 24 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Abruzzo: 24 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Sardegna: 22 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Veneto: 14 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Marche: 14 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Liguria: 14 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Molise: 14 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Sicilia: 14 settembre
  • Primo giorno di scuola 2020 Calabria: 24 settembre

 

La scuola riparte ma per votare fa pausa

I giorni 20 e 21 settembre noi Italiani saremo chiamati a votare il referendum confermativo sul taglio dei parlamentari e sono previste le elezioni regionali in sette amministrazioni:

  • Valle d’Aosta,
  • Veneto,
  • Liguria,
  • Toscana,
  • Marche,
  • Campania,
  • Puglia,

Inoltre ci sono il primo turno delle amministrative (oltre mille comuni, 14 capoluoghi di provincia tra cui Trento, Bolzano, Venezia, Arezzo e Reggio Calabria) e le elezioni suppletive per il Senato in due collegi del Veneto e della Sardegna.
I locali scolastici dovranno essere disponibili dal pomeriggio di venerdì 18 settembre fino a tutto martedì 22.
Non ci sarà scuola quindi lunedì 21 e martedì 22 settembre.

 

SEI HAI FEBBRE RESTA A CASA

Prima indicazione, la più immediata. Infatti il Protocollo di sicurezza e le indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico prevedono l’obbligo di rimanere a casa in presenza di temperatura oltre i 37,5° o altri sintomi simil-influenzali.
Il Comitato Tecnico Scientifico non ha reputato opportuna la rilevazione della temperatura corporea all’ingresso né per gli alunni, né per il personale. È importante la responsabilizzazione di tutti per il rispetto delle indicazioni e la tutela della salute collettiva.
IO SONO MOLTO SCETTICO

 

Le FAQ del Ministero dell’Istruzione

Sono online già da qualche tempo le FAQ (Frequently Asked Questions) in merito al rientro a scuola.  Disponibili sul portale del istruzione.it (a questo indirizzo https://www.istruzione.it/rientriamoascuola/domandeerisposte.html ).
Tante le domande che in quesdta pagina trovano risposta come questa:

Sarà ancora prevista la didattica a distanza?
Si tornerà in classe e il servizio scolastico sarà erogato con le lezioni in presenza. La didattica digitale potrà essere utilizzata in modo complementare e integrato nella scuola secondaria di secondo grado, come previsto nel Piano Scuola 2020/2021 del 26 giugno 2020 e come ribadito nelle Linee Guida per la Didattica Digitale Integrata. Solo in caso di una nuova sospensione delle attività in presenza, dovuta a motivi emergenziali, si renderà necessario il ricorso alla Didattica Digitale Integrata per tutti gli altri gradi di scuola.

Ovviamente stiamo ancora vivendo un periodo di emergenza mondiale e niente è definitivo. Ma queste FAQ saranno comunque molto utili a chi, come me, vive il mondo della scuola.

 

La mascherina ed il distanziamento

Il CTS (Comitato Tecnico Scientifico per l’emergenza) in molte riunioni ha ribadito che non sarà possibile rispettare il distanziamento fisico e che quindi occorrerà l’obbligo della mascherina per studenti (di età superiore a 6 anni). Qualche ora fa il CTS ha deciso che sono valide anche le mascherine di stoffa, purchè vengano sanificate ogni volta. Le mascherine saranno fornite dalla scuola (in tutt’Italia verranno garantiti 11 milioni di dispositivi al giorno)
Inoltre se è garantito il distanziamento, la mascherina si può abbassare ma nei momenti “dinamici” e negli spazi comuni ognuno deve indossarla. Mascherina obbligatoria anche quando si cammina nei corridoi ed in ogni spostamento e quando si formano assembramenti.
Studenti e docenti in classe (se il distanziamento è rispettato) possono non indossarla.

IO SONO MOLTO SCETTICO….MOLTO.

Mascherina non obbligatoria per alunni con disabilità non compatibile con l’uso continuativo della mascherina (verbale n. 94 del Comitato Tecnico Scientifico del 7 luglio 2020). I docenti di sostengo e chiunque interagisce con studenti diabili dovrà indossare ulteriori dispositivi tenendo conto della tipologia di disabilità e di ulteriori indicazioni fornite dalla famiglia o dal medico dello studente (Protocollo di sicurezza per la ripresa di settembre).

Un numero verde – HELP DESK

Il Ministero dell’Istruzione ha attivato già da settimane un help desk raggiungibile chiamando al numero verde 800.90.30.80, dal lunedì al sabato, dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00. Questo servizio raccoglie quesiti e segnalazioni sull’applicazione delle misure di sicurezza e fornisce alle istituzioni scolastiche assistenza e supporto operativo anche di carattere amministrativo.

 

IL TEST SIEROLOGICO E’ OBBLIGATORIO?

Per ora no. Ovviamente in caso di presenza di contagio nell’istituto scolastico dove si lavora verranno certamente pianificati controlli. Per ora tutto il personale scolastico può sottoporsi ad uno screening preventivo su base volontaria. Sono previste due fasi:somministrazione su richiesta del test sierologico e successiva somministrazione obbligatoria del test molecolare a coloro che siano risultati positivi al test sierologico, per escludere un’infezione in atto.

Cosa fare in caso di sospetto COVID19 a scuola?

E’ impensabile scrivere in quest’articolo tutte le misure da addotare. Ti lascio questo link dove è riportato davvero tutto: Rapporto dell’Istituto Superiore Sanità COVID-19 n. 58/2020 “Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di SARS CoV 2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia”.

 

La famosa APP IMMUNI

Purtroppo sembra che questa fantastica invezione sia un piccolo flop perchè ad usarla sono davvero pochissime persone. L’app IMMUNI è un’applicazione per smartphone creata per aiutarci a combattere le epidemie, a partire da quella del COVID-19. L’app avverte gli utenti potenzialmente contagiati il prima possibile, anche quando sono asintomatici. Ciò minimizza la diffusione del virus e velocizza il ritorno a una vita normale per la maggior parte della popolazione. Il Comitato Tecnico Scientifico ha fortemente consigliato l’adozione agli studenti ultraquattordicenni, ai genitori e a tutto il personale scolastico docente e non docente perché ritiene costituisca uno dei punti chiave della strategia complessiva di prevenzione e monitoraggio del mondo della scuola, così come previsto dal Verbale del 07/07/2020, n. 94.

 

RIENTRIAMO A SCUOLA

Tutte queste notizie, in costante aggiornamento, sono state raccolte dal portare ISTRUZIONE.it, nello specifico qui RIENTRIAMO A SCUOLA un’intera sezione dove sono raccolte tutte le informazioni, i documenti , le risposte alle domande principali che illustrano le modalità di rientro a scuola a settembre per l’anno scolastico 2020/2021.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.