Era da qualche tempo che non scrivevo articoli utili a chi vuole intraprendere il pazzo mestiere del prof. Forse avrai già letto il mio articolo su COSA FA UN DOCENTE DI SOSTEGNO e se sei interessato a capire cosa faccia un ITP sei sulla pagina giusta.

Ristorazione con Ruggi è un blog nato dalla mente di un insegnante tra i banchi di scuola che da anni supporta l’insegnamento digitale e la BUONA E VERA SCUOLA.

Iniziamo dalle basi, se vuoi conoscere come diventare un insegnante ti consiglio di utilizzarre la funzione ricerca disponibile sul blog. Basta scrivere quello che stai cercando e verrai subito indirizzato sulla pagina giusta.

Cos’è un ITP?

ITP è un acronimo che sta per Insegnante Tecnico Pratico. In realtà, a mio modesto avviso, si tratta di una terminologia alquanto antiquata perché questa cetegoria di docente è tanto, tanto di più, credimi. Con questa “sigla” vengono identificati tutti gli insegnanti appartenenti a profili con specifiche competenze ed a differenza dei suoi colleghi “puramente teorici”, gli I.T.P svolgono le proprie docenze all’interno di laboratori tecnici allestiti in base alle diverse esigenze e profili.

Quanti docenti I.T.P. esistono?

Esistono numerosi I.T.P. che vengono identificati con specifiche classi di concorso.

Le classi di concorso sono dei codici utilizzati per avere una classificazione uniformata delle materie e dei titoli di studio, necessari per l’accesso all’insegnamento di una determinata materia.

All’interno del blog trovi l’elenco completo. Utilizza la funzione ricerca disponibile sul blog. Basta scrivere quello che stai cercando e verrai subito indirizzato sulla pagina giusta. Ecco di seguito le classi di concorso attualmente esistenti:

  • Classe di concorso b01 – attività pratiche speciali
  • Classe di concorso b02 – conversazione in lingua straniera
  • Classe di concorso b03 – laboratori di fisica
  • Classe di concorso b04 – laboratori di liuteria
  • Classe di concorso b05 – laboratorio di logistica
  • Classe di concorso b06 – laboratorio di odontotecnica
  • Classe di concorso b07 – laboratorio di ottica
  • Classe di concorso b08 – laboratori di produzioni industriali ed artigianali della ceramica
  • Classe di concorso b09 – laboratori di scienze e tecnologie aeronautiche
  • Classe di concorso b10 – laboratori di scienze e tecnologie delle costruzioni aeronautiche
  • Classe di concorso b11 – laboratori di scienze e tecnologie agrarie
  • Classe di concorso b12 – laboratori di scienze e tecnologie chimiche e microbiologiche
  • Classe di concorso b13 – laboratori di scienze e tecnologie della calzatura e della moda
  • Classe di concorso b14 – laboratori di scienze e tecnologie delle costruzioni
  • Classe di concorso b-15 laboratori di scienze e tecnologie elettriche ed elettroniche
  • Classe di concorso b16 – laboratori di scienze e tecnologie informatiche
  • Classe di concorso b17 – laboratori di scienze e tecnologie meccaniche
  • Classe di concorso b18 – laboratori di scienze e tecnologie tessili, dell’abbigliamento e della moda
  • Classe di concorso b19 – laboratori di servizi di ricettività alberghiera
  • Classe di concorso b20 – laboratori di servizi enogastronomici, settore cucina
  • Classe di concorso b21 – laboratori di servizi enogastronomici, settore sala e vendita
  • Classe di concorso b22 – laboratori di tecnologie e tecniche delle comunicazioni multimediali
  • Classe di concorso b23 – laboratori per i servizi socio-sanitari
  • Classe di concorso b24 – laboratorio di scienze e tecnologie nautiche
  • Classe di concorso b25 – laboratorio di scienze e tecnologie delle costruzioni navali
  • Classe di concorso b26 – laboratorio di tecnologie del legno
  • Classe di concorso b27 – laboratorio di tecnologie del marmo
  • Classe di concorso b28 – laboratorio di tecnologie orafe

Io da anni mi occupo di Enogastronomia, docente ITP per la classe di concorso b020 ex C500. Prima del febbraio 2016 le classi di concorso per noi ITP erano inquadrate con la lettera C e per diventare ITP occorrevano titoli, abilitazione e tanto altro.

Come si diventa ITP?

Questa è una bellissiam domanda che merita un articolo dedicato che trovi sempre su questo blog. Utilizza la funzione ricerca disponibile sul blog. Basta scrivere quello che stai cercando e verrai subito indirizzato sulla pagina giusta.

Dove lavorano gli I.T.P?

A differenza di altri insegnanti, gli I.T.P possono lavorare solo presso specifici istituti ovvero negli Istituti Tecnici e nelle Scuole Professionali.

Cosa fa un I.T.P.?

Eccoci ora nel cuore del post. Come anticipavo le mansioni sono molteplici.
Ovviamente la mansione principale resta quella di docente nel puro senso della parola: trasmettere conoscenza ma deve anche:

  • osservare e valutare gli apprendimenti dei propri discenti (studenti) attraverso l’esposizione orale, test di verifica stutturati ad hoc;
  • valorizzare il workgroup;
  • stimolare processo di socializzazione;
  • seguire e stimolare lo sviluppo cognitivo e psicologico individuale nel rispetto delle differenze tra studenti;
  • partecipare ai consigli di classe ed alle altre riunioni in ambito scolastico;
  • programmare l’attività didattica;

E poi si sono le mansioni prettamente legate alle competenze tecniche. Un I.T.P.:

  • progetta ed organizzare le attività di laboratorio personalizzandole in base all’attività didattica;
  • segue i progressi del lavoro dei propri studenti;
  • organizza lezioni interdisciplinari assieme agli insegnanti teorici;
  • illustra le procedure operative delle attività di laboratorio in base alle normative vigenti;
  • a volte, dipende dalla “politica” dell’istituzione scolastica in cui si lavora, possono fare codocenza con il docente teorico di una disciplina affine (es. Laboratorio di Cucina con Scienza degli Alimenti);
  • unisce il mondo della scuola con quella del lavoro attraverso la comunicazione con le aziende del terrirorio;
  • promuove le competenze degli studenti;
  • svolge il ruolo di guida degli studenti nei PCTO;
  • svolge compiti riconosciuti nel quadro della valorizzazione della professionalità del personale docente;
  • tanto tanto di più se si ha volontà di lavorare seriamente rispettando il proprio ruolo ed i propri studenti.

A quanto ammonta lo stipendio di un I.T.P.?

Visto che abbiamo trattato l’argomento “cosa fa un ITP” dobbiamo anche rispondere alla domanda “ma quanto guadagna un ITP“? Ovviamente trattandosi di una figura professionale che lavora sia nel settore pubblico che nel settore privato (scuole private) ha uno specifico inquadramento stipendiale, il sesto livello.

Riporto qui la tabella specifica (i valori variano inbase agli anni di servizio):

  • da 0 a 8 19.324,27
  • da 9 a 14 21.454,06
  • da 15 a 20 23.332,06
  • da 21 a 27 25.154,66
  • da 28 a 34 26.952,89
  • più di 35 anni 28.291,99

Come si diventa ITP?

Per diventare un insegnante tecnico pratico la strada è altelenante: c’è chi come me ha lavorato anni ed anni come docente precario per poi vincere due concorsi nazionali e seguire un percorso abilitante speciale (PAS) per diventare un insegnante di ruolo e c’è chi è stato molto, molto più fortunato tra cavilli burocratici e ricorsi dopo attente consulenze legali. Ogni tanto il Ministero dell’Istruzione varia le modalità di reclutamento ma sostanzialmente i concorsi sono simili tra loro (forse nel 2024 per insegnare occorrerà la laurea).

Utilizza la funzione ricerca disponibile sul blog e cerca “come si diventa ITP” ed altri articoli che possono aiutarti a diventare un insegnante come ad esempio COME INVIARE UNA MAD.

Di Giuseppe Alfredo Ruggi

Insegnante di enogastronomia, digital teacher e non solo. Collabora con numerose scuole d'Italia, ha pubblicato numerosi articoli e due testi. Innamorato della scuola sa bene che insegnando si impara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.