Ultime News
domenica 22 novembre 2015

Usare lo smartphone per la food photography


Ho già affrontato quest'argomento in quest'articolo parlando delle regole generali della FOOD PHOTOGRAPHY. Leggi qui
Niente deve essere lasciato al caso e chi è appassionato di foto questo lo sa.


Ma si può essere appassionati di fotografia 
senza una macchina fotografica?
Ebbene si, perchè ormai gli smartphone sono usati per fare foto molto più frequentemente delle macchine fotografiche (tranne ovviamente le Reflex). 

nel 2014 una fotografia su tre 
è stata scattata con il telefonino

La qualità certamente inferiore rispetto a quella delle macchine fotografiche viene "compensata" dalla rapida condivisione e dalla qualità dei display dei dispositivi mobile che permettono di visualizzare le foto con colori molto vivi e luminosi.
Ecco un esempio: l'evoluzione della fotocamera dell'IPHONE nel tempo


Logicamente le fotocamere degli smartphone hanno lo zoom digitale  e con luce scarsa vengono molto penalizzate. Le lenti di una macchina fotografica come una reflex ad esempio, concentrano al massimo la luce grazie al sensore sensibilissimo.
Uno smartphone (per questioni di grandezza) ha un sensore più piccolo che non riesce a bilanciare l'esposizione come quello di una Reflex.

Eppure, in condizioni di luce adeguata uno smartphone può fare grandi foto.
Ecco una foto scattata con un IPHONE 6 (giuro che è vero)


I vantaggi di uno smartphone sono l'estrema portabilità e sopratutto (come anticipato) la veloce condivisione. Esiste poi un fattore che viene spesso messo in secondo piano ma che è in realtà la chiave del successo della realtà smartphone: il divertimento.
Le tantissime APP che permettono di rendere una foto artistica hanno stravolto il mondo della fotografia e reso alla portata di tutti la magia dell'arte fotografica


Come scattare foto con uno smartphone?
Seguendo pochi accorgimenti è possibile realizzare bellissime foto.
Innanzitutto come ogni bravo fotografo, pulite la lente. E' importante perchè una lente sporca può ostacolare il successo dello scatto (usate un panno in microfibra per non graffiare).
Seconda regola: mai usare lo zoom ed il flash.
I software base (le app già integrate nel dispositivo) possono regolare la messa a fuoco: si punta il dito sul soggetto da mettere a fuoco e si preme sul display.
La fotografia digitale permette di poter cancellare le foto che non piacciono. Ecco perché occorre scattarne più di una e poi scegliere la migliore.
Bisogna saper sfruttare la giusta luce, evitando se possibile di usare il flash. Se potete indirizzare la luce emessa da lampade accanto al soggetto la regola è "mai puntare l'obiettivo direttamente alla luce" seguita dal consiglio "muoversi a 360°". Il soggetto va studiato attentamente ed all'occorrenza va spostato o ruotato.
Le modalità presenti sulle APP per fotografare sono personalizzate e permettono di impostare automaticamente i parametri per ottenere una buona qualità in condizioni ben definite. Giocate con l'APP e cercate di usare le varie opzioni.
Ultimo consiglio: MAI AVERE FRETTA. Occorre prendersi il tempo di fare le cose perché guardare attentamente il soggetto può far "nascere" nuove inquadrature.


Quali app usare?
Si chiamano smartphone per un motivo preciso. Gli O.S. (i sistemi operativi) moderni permettono di personalizzare e sostituire (alle volte) le app preinstallate. Troviamo quindi nei vari STORE numerose applicazioni che possono fare una differenza notevole con più controlli manuali, applicazione di filtri ed addirittura emulazione di lenti.

Ecco quindi un elenco con una breve descrizione.

CAMERA ZOOM 
(disponibile per ANDROID in versione free e premium)
E' un'app di qualità, ricca di opzioni e parametri ed è anche strumento di post-elaborazione.


CYMERA
(disponibile per ANDROID in versione free con acquisti in app )
Per i fan della fotografia vintage. Si può emulare il cambio lenti: widescreen, fish-eye, e svariate modalità di raffica a due o quattro foto.  Ha timer, griglia di aiuto alla composizione con regola dei terzi, tap-to-focus opzionale, stabilizzatore d'immagine virtuale.


HIPSTAMATIC
(disponibile per APPLE)
Si può regolare l'intensità e correggere l'immagine. La particolarità sta nella possibilità di acquistare lenti ed accoppiarle con pellicole.
Raffaele Monaco, fondatore della community igersnapoli, consiglia il FOODIE snapPAK, LOFTUS e FILM DSI per fotografare il cibo.


VCSO Cam
(disponibile per APPLE ed ANDROID)

E' ormai diventata l'app preferita dai cultori della fotografia ed anche dai professionisti.
Si può regolare l'intensità delle preimpostazioni e degli strumenti,l' esposizione, la temperatura,  il contrasto ed esistono una serie di pacchetti di preimpostazioni acquistabili dallo store in-app. 
Per la food photography è raccomandato Analog/Archetype pack 
CONSIGLIATISSIMO


Gli accessori
Sul web ormai è possibile acquistare accessori smartphone che possono aiutare a realizzare foto davvero fantastiche. Ci sono alcuni accessori che sono OBBLIGATORI per chi fotografa tanto con il proprio smarphone:
  • una batteria esterna è fondamentale per non restare con un dispositivo scarico ed inutilizzabile;
  • mini USB flash drive per aumentare lo spazio di archiviazione del proprio smartphone;
  • treppiedi per mantenere il proprio dispositivo stabile ed in piedi da solo (cercate TRIPOD);
  • lenti supplementari adattabili che si agganciano al proprio smartphone e che permettono anche di zoomare. Ovviamente devono essere di ottima qualità altrimenti le foto ne risentiranno. 


Informarsi e leggere
Sul web, tra siti e blog ormai è possibile informarsi su tutti gli argomenti. Esistono anche numerosi libri e manuali che insegnano come fotografare con gli smartphone.


Vi consiglio il libro Fotografia smartphone: Scatta, elabora, condividi dell'autore Gianpiero Riva acquistabile su GOOGLE LIBRI qui






Mi raccomando, resta aggiornato iscrivendoti alla newsletter compilando il form in basso.


Item Reviewed: Usare lo smartphone per la food photography Rating: 5 Reviewed By: Ristorazione con Ruggi