questa ricetta è stata realizzata dai miei studenti durante il PON “Non è mai troppo tardi” presso l’Istituto “Raffaele Viviani” di C/mare di Stabia

 

INGREDIENTI (per 4\6 persone):

  • 350 g di riso (perfetto tipologia carnaroli e\o vialone nano;
  • 1 kg di vongole;
  • 1 kg di cozze;
  • 400 g di gamberi;
  • 300 gdi calamari;
  • 300 g di moscardini;
  • 1 bicchiere di vino bianco e\o prosecco;
  • 2 spicchi di aglio;
  • una cipolla;
  • prezzemolo Q.B:;
  • 12 g di nero di seppia;
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • sale e pepe Q.B.

PROCEDIMENTO:

Iniziamo pulendo il pesce:

  • raschiamo le cozze eliminando il bisso e lavandole accuratamente;
  • le vongole vanno messe in acqua fredda salata per alcune ore per eliminare i residui di sabbia;
  • i gamberetti vanno sgusciati ed eliminato l’intestino;
  • i calamari vanno puliti e tagliati a listarelle.

Ora possiamo prima aprire i molluschi in una padella con un filo d’olio, lo spicchio d’aglio e il peperoncino. Cuociamo per qualche minuti con coperchio. Eliminiamo vongole e cozze che non si sono aperte, filtriamo e conserviamo l’acqua di cottura ed aggiungiamo tutto l’altro pesce nella padella e cuociamo per altri 3 minuti circa. Mettiamo da parte.
Ora dedichiamoci al riso: tostiamo il riso in una casseruola a fiamma viva per circa due minuti facendo attenzione a mescolare frequentemente.

 

Sai mantecare il riso? Scopri LEGGENDO QUI i trucchi del mestiere

 

Aggiungiamo vino bianco, facciamo evaporare e poi aggiungiamo l’acqua dei molluschi filtrata. Man mano che si assorbe aggiungiamo altra acqua di cottura e proseguiamo la cottura. Aggiungiamo il pesce.

 

Quanto brodo occorre per cuocere il riso alla perfezione? SCOPRILO IN QUESTO MIO ARTICOLO

 

Versiamo il nero di seppia e mescoliamo il riso. Quando il riso sarà cotto possiamo (eventualmente) mantecare con una noce di burro.

 

Leggi altre ricette a base di riso:

 

Di Giuseppe Alfredo Ruggi

Insegnante di enogastronomia, digital teacher e non solo. Collabora con numerose scuole d'Italia, ha pubblicato numerosi articoli e due testi. Innamorato della scuola sa bene che insegnando si impara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.