Site icon Ristorazione con Ruggi

Le GMP (buone pratiche di produzione) e le Non Conformità

La sicurezza alimentare è il risultato dell’applicazione da parte delle imprese alimentari dei principi del sistema HACCP in ciascun segmento della filiera alimentare, dal campo alla tavola, e della verifica della corretta applicazione dei requisiti igienico sanitari previsti dalla normativa da parte dell’Autorità competente attraverso i controlli ufficiali. La qualità e la sicurezza del cibo pertanto dipendono dagli sforzi di tutte le parti coinvolte e da una responsabilità condivisa volta a tutelare la salute del consumatore.

Ecco perchè un operatore della ristorazione dovrà sempre seguire le GMP.

La sigla GMP sta per
Good
Manufacturing
Practice

La conformità ai requisiti GMP implica dei requisiti minimi sanitari e di lavorazione di buon senso, applicabili a tutti gli stabilimenti di lavorazione di alimenti. Sono molteplici le aziende ristorative che attuano regolarmente GMP come base sulla quale sviluppare e attuare altri sistemi di gestione della qualità e della sicurezza alimentare come:

Quali sono le procedure GMP o buone pratiche di produzione

I ristoratori rischiano sanzioni e chiusura attività per le scarse condizioni igienico sanitarie

Cosa si intende per NC ovvero Non conformità?

Si possono verificare tantissime situazioni quotidianamente che vanno tempestivamente evidenziate e risolte. E’ importantissimo tenerne traccia (agenda o quaderno) per avere uno “storico”, un database di esperienze e soprattutto riportarte le modalità di risoluzione del problema e i provvedimenti presi.

Esempi di nc possono essere:

 

Exit mobile version