Site icon Ristorazione con Ruggi

Cosa fare dopo il diploma professionale di enogastronomia?

doubtcucinaristorazionebloggiusepperuggidiploma

doubtcucinaristorazionebloggiusepperuggidiploma

Ogni studente prima o poi indipendentemente dall’indirizzo che ha scelto, si pone la domanda: cosa farò dopo il diploma?

 

Questa domanda è universale.

Prima di rispondere alla domanda per maggior completezza vanno analizzati alcuni elementi

LO STUDENTE

Chi scegli di frequentare un istituto superiore di Enogastornomia ed ospitalità alberghiera sente la necessità di comunicare la ricchezza dei prodotti e delle tradizioni del proprio territorio ed ama i lavori che riguardano la ristorazione ed il turismo.

LA SCUOLA

L’istituto professionale per i Servizi Enogastronomici e l’Ospitalità Alberghiera (una volta si diceva istituto alberghiero) è una scuola che si pone l’obiettivo preciso di preparare i propri studenti ad inserirsi immediatamente nel mondo del lavoro.

IL DIPLOMA 

Il diploma rilasciato da un istituto professionale per i Servizi Enogastronomici e l’Ospitalità Alberghiera racchiude numerose competenze specifiche: tecniche, economiche e normative che riguardano l’organizzazione e la gestione di aziende ristorative.

UNO STUDENTE DIPLOMATO

Ma cosa sa fare un diplomato?
Oltre ai contenuti specifici per ogni materia consultabili tramite le diverse programmazioni stilate dagli insegnanti di ogni singola materia, un diplomato sa:
Da buon prof. di Enogastronomia so per certo che nessuno ha le idee chiare e così ho deciso di scrivere quest’articolo con l’intento di riuscire a rispondere appieno a questo enigmatico quesito.
COSA POSSO FARE?
E’ possibile seguire numerose strade, tutte secondo me molto interessanti. Va detto che occorre necessariamente potenziare se stessi e continuare gli studi per acquisire conoscenze specifiche e trasversali che possono permettere al neo-diplomato di essere ancora più appetibile nel mercato del lavoro.

IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE OGGI
PER I DIPLOMATI DI ISTITUTO ALBERGHIERO
E’ MOLTO BASSO



Dopo il diploma

Ecco allora cosa possiamo fare

Continuare gli studi: l’università

Alcuni sono scettici, ma se il percorso di studi viene affrontato con amore e non con superficialità, è possibile accedere tranquillamente a tutte le facoltà universitarie.

In particolare alcune facoltà sono fatte a pennello:

Continuare gli studi: corsi post-diploma

Va fatta distinzione.

Ci sono corsi post-diploma organizzati da enti privati ed università a pagamento.
E’ possibile frequentare numerosi corsi post diploma che permettono di acquisire conoscenze approfondite e specifiche e di vivere il mondo dei professionisti.

Cerca su GOOGLE
“corsi post diploma alberghiero”.

Ci sono numerosi temi:
Ci sono poi i corsi di alta formazione, riferiti di norma a figure professionali di tecnici e quadri intermedi.

 

Cerca su GOOGLE
“corsi IFTS ed ITS” più vicini a te.

I corsi hanno una durata variabile dalle 300 alle 800 ore in cui vengono svolti numerosi stages in azienda.

Continuare gli studi: corsi professionali

Esistono numerosi centri di formazione professionale nel mondo ma in ITALIA abbiamo la vera eccellenza di questo settore.

E’ il più autorevole centro di formazione della Cucina Italiana a livello internazionale, nata grazie al padre delle cucina moderna Gualtiero Marchesi. Ogni anno forma cuochi, pasticceri, sommelier, manager di sala e della ristorazione. Ha sede nel Palazzo Ducale di Colorno (Parma).
Visita il sito ufficiale della scuola internazionale di Cucina Italiana ALMA e scopri i loro corsi www.alma.scuolacucina.it
CAST ovvero Centro Arte, Scienza e Tecnologia dell’Alimento è un istituto di formazione e aggiornamento situato a Brescia. Il presidente Vittorio Santoro assieme ai fondatori della scuola Franco Foglio (Artebianca) ed il maestro Iginio Massari permettono di realizzare il sogno di un amante della cucina italiana: lavorare ed imparare con i migliori del mondo.
Leggi il mio articolo su CAST ALIMENTI: Clicca qui
E’ un autentico campus per chef, pasticcieri e professionisti. Con sede nella Tuscia, nella provincia di Viterbo, territorio ricchissimo di flora e fauna, dove il principale traino dell’economia è sempre stata l’agricoltura. Il Maestro Chef Rossano Boscolo sostiene che è necessaria una transizione culturale da un’”Alta Cucina” ad una cucina identitaria.
Visita il sito ufficiale della BOSCOLO ETOILE ACADEMY: www.scuoladicucinaetoile.com
 
E’ una Scuola di Alta formazione e Specializzazione professionale dedicata al mondo della ristorazione e dell’alta cucina. Nata nel 2011, la scuola offre percorsi formativi differenziati per aspiranti cuochi, professionisti del settore e semplici appassionati, con programmi didattici di lunga durata, corsi intensivi e corsi a breve termine su argomenti specifici.
Visita il sito ufficiale di NOKO ROMITO FORMAZIONE: www.nikoromitoformazione.it

HAI LE IDEE CHIARE E VUOI LAVORARE?

Sai come scrivere un curriculum vitae? CLICCA QUI

Lavoro ai massimi livelli

Con il diploma e con tanto spirito di sacrificio e dedizione è possibile pian pian scalare la gerarchia ed arrivare a ricoprire ruoli come:

Lavoro immediato

Molti studenti non aspettano il diploma ma occupano il proprio tempo libero andando a lavorare (sopratutto nei weekend). Sarò sincero, nella ristorazione quasi sempre si trova un’occupazione anceh senza essere uno studente di un istituto alberghiero. Ma lo studio diversifica e rende migliori, credimi. E’ il solo strumento che ti permette di differenziarti. Quando si affronta per la prima volta il mondo del lavoro bisogna accontentarsi di una bassa retribuzione. Con il tempo e l’esperienza sarà possibile diventare più bravi e chiedere (mai pretendere) una giusta remunerazione.
Con il diploma però è possibile candidarsi in aziende di produzione pasti e catering, mense aziendali e aziende per la ristorazione collettiva.

Mettersi in proprio

Il diploma permette facilitare l’apertura in proprio di un’attività ristorativa (bar o ristorante). Infatti il titolo conseguito da la possibilità di iscriversi al Registro degli Esercenti Commerciali R.E.C. senza sostenere esami ed altre prove.

Insegnare

Hai mai pensato che la tura strada potrebbe essere l’insegnamento? Non è difficile ma bisogna studiare, bisogna conoscere bene il mondo della ristorazione a 360° prima di diventare un ITP ovvero un insegnante tecnico pratico.
Per iniziare basta solo il diploma della scuola alberghiera compilando una domanda alle scuole alberghiere per essere inseriti nella graduatoria dei docenti di 3 fascia d’istituto. La terza fascia di istituto permette di lavorare come supplente nelle scuole alberghiere che avrai scelto. Per maggiori informazioni cerca su GOOGLE “diventare itp”.
E’ necessario consultare costantemente le graduatorie ed avere tanta pazienza…..io ne sono qualcosa.

Libera professione

E se diventassi un “promotore cultura enogastronomica”, un “esperto di conoscenza e servizi vini”, un “responsabile controllo qualità”, un “organizzatore di eventi”?
Per ogni professione occorre analizzare attentamente il percorso.

Sommelier

E’ un percorso di formazione molto complesso organizzato in Italia da diverse associazioni di categoria. Solitamente è diviso su tre livelli. ATTENZIONE=>Diventa sommelier professionista solo chi frequenta TUTTI i livelli e supera un esame finale molto selettivo. Il percorso formativo parte da un’infarinatura generale per poi scendere nello specifico e dare nozioni precise sulle particolarità dei vini per zona geografica e sugli abbinamenti cibo-vino.
Ecco le associazioni che organizzano il corso di sommelier:

Assaggiatore

Ci sono poi alcune professioni molto particolari per chi ama il cibo.
Diventare assaggiatore, ad esempio. Inizia ad informarti sul sito del Centro Studi e Assaggiatori (www.assaggiatori.com). Organizza numerosi corsi e se siete ambiziosi poi potete specializzarvi con il master in analisi sensoriale, ad esempio organizzato da numerosi enti e facoltà. Cerca su GOOGLE “master in analisi sensoriale”. Potresti diventare consulente per importanti testate di settore oppure ricoprire un ruolo prestigioso in un’azienda alimentare.
Attenzione => alimenti nobili come il formaggio, il miele, l’aceto, i salumi, la frutta e l’olio ad esempio, hanno numerose organizzazioni al seguito:

 



HAI ALTRE AMBIZIONI?

Conosci altri percorsi? Condividili ora!

Vuoi saperne di più?

Commenta qui in basso oppure contattami sulla mia mail profruggi@gmail.com
Exit mobile version