Personalmente, sono cresciuto con i cosiddetti “spaghetti western“. Fra duelli di pistoleri, lunghe cavalcate e strade polverose, quello che mi è rimasto impresso nella mente, come il marchio che usavano i cowboy per identificare il proprio bestiame è quella padella sempre piena di fagioli. I celebri fagioli che l’indimenticabile pistolero Trinità (Bud Spencer e Terence Hill), divorava a suon di bocconi. Ricordo che mangiavano intere padellate di fagioli.
Forse qualcuno non sa ma il film “LO CHIAMAVANO TRINITA‘” innovò il genere “spaghetti western”, creando un sottogenere parodistico che è stato definito da alcuni “fagioli western” …….appunto!!!

Di seguito vi riporto la ricetta di quello che, secondo me, è un piatto da preparare almeno una volta nella vita e da mangiare proprio nella padella!!! 

INGREDIENTI:

  • 450 gr. fagioli
  • 5 salsiccie
  • 2 foglie alloro 
  • 400 gr. pomodori a pezzetti
  • 1/2 bicchiere vino bianco  
  • 1/2 sedano
  • 2 cipolla
  • 1/2 carote
  • q.b. peperoncino 
  • q.b. olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale

PREPARAZIONE

Prendete una bella padella che fa tanto “STILE WESTERN“. Versate l’olio, aggiungete il sedano, la carota, il peperoncino, la cipolla tritata e 2 salsicce (che avrete sbriciolato e tritato); lasciate soffriggere il tutto per circa 4 minuti a fuoco medio.  Sfumate con il vino bianco ed aggiungete 2 foglie di alloro. Dopo questo punto aggiungete il pomodoro, i fagioli, 1/2 Lt d’acqua, regolate di sale e lasciar andare a fuoco lento per circa 30 minuti. Affettate le rimanenti salsicce a rondelle ed aggiungetele. Fate passare altri 15-20 minuti mescolando di tanto in tanto. Se desiderate i fagioli più brodosi diminuite il tempo di cottura, viceversa prolungatelo.

N.B. 
Potete insaporire il tutto unendo ad i fagioli delle croste di parmigiano (raschiate la parte della crosta con un coltello) ed unitele al soffritto facendole cuocere insieme ai fagioli per tutto il tempo di cottura.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.